AWO EASA

Tre giorni fa, serfando in internet, ho scoperto che EASA stà per modificare il proprio All Weather Operations.

Guarda caso, dopo aver subito per otto anni e mezzo gli berleffi e le offese, oltre all’incredulità, qualcuno si è accorto che – gli ormai famosi 2400m di visibilità minima per gli aerei di Cat C – sono pochi!

Ecco il link per raggiungere il loro Draft sull’argomento:

Draft awo EASA

Da esso si scopre che intendono aumentare la Visibility a 3400 m. La strada è quella che speravo!

Ci forniscono in maniera organica tutti i passaggi matematici al riguardo ( una stesura tecnica precisa ), ma portando tutti i loro parametri su computer grafico, ci si accorge che tutte le traiettorie rimangono entro tale valore di 3400m, ma impongono di effettuare l’allontanamento tra ABM e inizio virata base, per soli 5 secondi.

Facendo ciò, al termine della virata base con le ali livellate, il finale inizia a 729m dalla testata ( ovvero 1020m dal TDP per un tempo, all’appoggio delle ruote, di soli 14,5 sec ).

Di solito non c’è, ma se ci fosse, il velivolo avrebbe sorvolando i primi 200m di un calvert da 900m.

Per cui il pilota effettuerà uno Stabilized Approach ridicolo; basta pensare ad uno scenario – con light rain, un minimo di cross wind, turbolenza, bank non accurato, ecc, tutte condizioni che non permettono le correzioni necessarie, in cosi poco spazio e tempo – per rendersi conto di ciò che può avvenire nella realtà.

 

Ho già chiesto di contattare il Direttore settore tecnico di ANPAC.

Sarà pubblicato un mio articolo su: ilSussidiario.net

Ho scritto a EASA sottolineando le mie perplessità: ( eventualmente premendo nell’angolo in alto a destra sul mappamondo, potete avere la traduzione in parecchie lingue ).

——————————————–

Good morning everyone.

I just signed up to be able to share my thoughts with you.

In March 2016 I published a manual “Handling the Circling”, made up of over 400 pages where I exhibited all the rules, systems, procedures and limits for all categories of planes.

Since then I have argued that, for example, for category C the 2400 m of visibility, in my opinion, it are insufficient.

The “Draft Provisional Awo Implementation” was therefore interested in it, which tries to increase 3400 m the vis.

I brought all the parameters on graphic computer, from where I noticed that the 3400 m would be considered insufficient.

This arises from the fact that having maintained the continuation after ABM for 5 sec, you remain within 3400 m from the RWY, but the Final is 729 m to the THR and 1020 m to the TDP with a time of only 14.5 sec of flight.

I would also like to emphasize that with a 3° slope, 729 m for the THR, the plane will find itself with the wings leveled at 175 ft = 53 m in height.

It seems to me to be too low a height value and too short time to be able to, if necessary (not aligned for a possible cross wind, Bank inaccurate, etc.), adjast properly; and respect the concept of Stabilized Approach.

I would like to remember that:

-FAA AIM-Fig. 5.4.22-Page 5-4-46; FAA AC-120-71 ° Appendix 2-Page 1; ICAO DOC 8168 Vol 1-Chap. 3 3.3b-Page III-4-3-1, indicate a Stabilized Approach Point of 500 ft = 152.4 m

– Flight Safety Foundation Alar Breafing Note – 7.1 Point 8, suggests 300 ft.

I hope that these indications influence to further increase to at least 4000 – 4500 m VIS, in order to contain the plane within the visibility area and be able to carry out an adequate Stabilized Approach.

Thanks for the attention.

Gianni Guiducci

Retired Senior Cpt

———————————————

Come avete letto, gli ricordo i valori di Stabilized Approach Point di 500ft o 300ft indicati dagli altri.

A voi aggiungo che in quei 14,5sec:

175ft – 50ft = 125ft da fine base-turn a THR

125ft * ( 1 / TAN3° ) = 2385,142ft ovvero 0,392544709NM di percorso fino alla THR

0,392544709 / ( 137Kts Vref/3600 ) = 10,315sec da fine base-turn a sorvolo della testata a 50ft ( durante i quali effettuare gli eventuali e necessari aggiustamenti a altezze sempre più basse ).

Nel libro riportavo che con un BANK di 25°, la punta dell’ala del B737 scende di ben 6,103m dalla posizione di volo orizzontale.  La presa statica si trova a 53m, ma la punta dell’ala si trova più bassa e via via . . . .  se dobbiamo aggiustare la traiettoria . . . .

Rimangono 4,185sec per raggiungere 20ft, mettere in IDLE e atterrare.

Siamo quasi in condizioni di “CAT II primo periodo per addestramento” (come spazi e tempi; vi ricordate? 150ft!).

 

Ma più che altro: “ voi che ne pensate? “.

Sarei curioso di ricevere il vostro gradito pensiero in proposito, più in basso nei commenti.

Grazie. Ciao

Giannipilota

 

 

Lascia un commento