Precisione utilizzando la navigazione VOR in aerovia

Articolo apparso su  JP4  nel novembre 1981


Il collega M.M. di Torino, mi scrive: «Come sapere se si è ancora all’intemo del­l’aerovia in base alle indicazioni VOR- DME? Spesso il radar ci richiama mentre l’indicazione a bordo è di appena 3°-4°»

Caro M.M., ebbi occasione di mettere l’accento su questo problema tramite un articolo apparso sul Notiziario del 4/1977 nello ambito della commissione tecnica dell’  ANPAC  . Ti rinnovo quanto sostan­zialmente scrissi.

La larghezza dell’Aerovia, nella mag­gioranza dei casi, è di 10 NM, 5 NM a destra e 5 NM a sinistra della «centerline». Poiché spesso ci troviamo con altre Aero­vie vicine o Aree Proibite o Pericolose o Regolamentate ai bordi della «AWY», ec­co che il radar ci invita a rimanere all’intemo della nostra «autostrada del cielo» onde evitare problemi. In base alla di­stanza dalla stazione ed all’indicazione degli strumenti, ci è possibile sapere di quanto siamo scostati dall’asse.

Onde evitare di propinarti lunghe di­squisizioni Geometriche e Trigonometri­che, ti sottopongo una tabellina finale che ti fornisca, in base alla distanza, l’indica­zione in gradi arrotondati pari alla lar­ghezza dell’Aerovia; insieme a questi tro­verai anche i dati relativi alla larghezza della MORA (Minimum Off Route Altitude) che garantisce, per una larghezza totale di 20 NM, la separazione dagli ostacoli sulle carte di navigazione Jeppesen.

La Fig. 1 ti rappresenta una AWY lungo la quale stà volando un aereo. Le tre figure 2-3-4 forniscono le indicazioni degli stru­menti più diffusi: Horizontal Situation Indicator (HSI), Radio Magnetic Indacator (RMI), Course Deviation Indicator (CDI) e Distance Measuring Equipment (DME) nel caso l’aereo si trovi in A (esat­tamente sulla centerline), in B (sul bordo dell’AWY) e in C (sul bordo della MORA) tutti e tre sull’arco DME di 75 NM.

La formula che permette di ricavare i «gradi di scostamento» è indicata nella Fig. 5; se desideriamo conoscere αB, basta sostituire a “l” 5 NM e a “r”  il valore DME 75 NM per ottenere 4°.

Vorrei ora farti presente alcune consi­derazioni:

– normalmente la distanza tra due Stazioni VOR-DME, attestate a uno spez­zone di Aerovia, non supera le 200 NM; sintonizzando i due NAV-COM di bordo sulle due stazioni VOR-DME, è possibile controllare più precisamente la situazione; è da considerare primario il più vicino dei due a meno che non sia stato fissato un Change Over Point (COP). Il COP viene indicato sulla carta di navigazione se la ricezione dei segnali non è garantita fino alla metà del percorso a causa dei rilievi del terreno;

– vi sono delle «Precisioni Operative», sia della stazione VOR sia degli Apparati di bordo, che si aggirano intorno ad un valore minimo di ± 1° da tenere in consi­derazione.

– le radiali VOR non sono sempre così «dritte» come dovrebbero.

Se vi sono dubbi riscrivimi.

Lascia un commento